Su le mani chi è supercarico per le pulizie di primavera!!!
Nessuno? Siete seri?

A noi quest’anno sono toccate pulizie intensissime: è arrivato un nuovo peloso in casa nostra (<3) e, giuro, “Baby proofing” la vostra casa è nulla, comparato ad un “Turbo proofing”. (Comunque, potete seguire I DIARI DI TURBO sulla mia pagina FaceBook.)

Come spesso accade, noi non avevamo mai (MAI) tempo per delle pulizie come si deve, fino a che non abbiamo dovuto, e il tempo lo si è trovato. E, sempre come spesso accade, alla fine ci siamo divertite, ci siamo liberate di un sacco di roba inutile che aveva okkupato ogni angolo, e adesso guardiamo con un sorriso compiaciuto facendoci un autopatpat una casa più vuota, più ordinata e più pulita. (N.d.A.: Questo è un gioioso ricordo di PRIMA che arrivasse il peloso).

Ma, il punto fondamentale è che un po’di pulizie e sano decluttering vanno fatti perchè dopo vi sentirete persone nuove (ggiuro) e, comunque, se non credete nel “libera la tua casa per liberare la tua mente”, per lo meno sarete più pulti. (Sempre che non vogliate prendere un peloso. Perchè in quel caso sarete forever sporchi).

Ora, adesso che siamo d’accordo sull’inevitabilità delle pulizie, almeno che ci si diverta.
Guida all’ Happy Cleaning in 3 semplici mosse:

1– Farlo insieme. Va da sè che, se Man cleaningnon abitate da sol*, fare le pulizie insieme è sempre un winner. A parte che si finisce prima, ricorderete un sacco di aneddoti carini su oggetti orribili. Fun time.
Ma se siete da sol*, la mia soluzione è un buon podcast. Io ho recentemente scoperto The Lively Show di Jess Lively dopo essere uscita dal tunnel (solo perchè ho finito gli episodi) di Magic Lessons, di Liz Gilbert.
Roba che potreste continuare a pulire per 5 ore finendo a spolverare i soprammobili del vicino.

2 – E’ anche vero che un podcast richiede concentrazione e attenzione. Se non ve la sentite, allora la risposta è una buona playlist. Noi viaggiamo sempre sull’ispirazione del momento, ma un po’di buona trash dance dagli anni 90 è sempre il nostro porto sicuro.

3– In ultimo, se è vero che bisogna sempre darsi una ricompensa per un compito ben eseguito, è anche vero che ci vuole un po’di incoraggiamento.
Regalatevi un buon bicchiere di vino, una birra, o un cocktail da sorseggiare mentre riordinate. E alla fine, che l’euforia che sentite sia dovuta alla gioia del pulito o all’alcool, poco importa. L’euforia è euforia.

Cleaning and drinking

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...